Il tuo carrello
Continua gli acquisti

Spedizione gratuita in italia a partire da 80€

Iscriviti alla nostra newsletter per la spedizione gratuita!

Resi e cambi taglia gratuiti

La salvaguardia degli oceani: perché è importante e come contribuire alla causa

Salvaguardare gli oceani è una delle azioni più importanti per poter salvare il nostro amato pianeta. Forse non lo sai ma negli ultimi anni sono state scoperte diverse isole di rifiuti nei mari e negli oceani di tutto il mondo. Per l’esattezza queste grandi masse di spazzatura sono cinque: delle vere e proprie isole, che hanno un’estensione che va dal migliaio e arriva fino ai milioni di chilometri quadrati. Dimensioni enormi, più grandi addirittura di alcuni Stati. Queste isole sono composte perlopiù da plastica, con rifiuti che risalgono fino al 1970. L’ennesima prova di come a questo materiale serva molto tempo, un centinaio di anni, per degradarsi completamente. La quantità di rifiuti che si è accumulata nel corso degli anni nei nostri mari è grande e nociva. Soprattutto le microplastiche, che sono entrate a far parte della catena alimentare della fauna marina grazie alle loro minuscole dimensioni. I pesci non le riconoscono e se ne nutrono. Questo può portare alla morte dell’animale e così molte specie marine sono in via di estinzione. Oppure quegli stessi pesci possono finire nei nostri piatti per essere mangiati, e oltre alla carne noi ingeriamo anche della plastica. Un problema che causa la lenta e inesorabile distruzione sia del nostro pianeta che della nostra salute. Ecco perché dobbiamo impegnarci ancora di più per salvaguardare i nostri oceani. Ora seguimi e insieme andiamo a scoprire cosa vuol dire salvaguardare i mari, quali azioni possiamo intraprendere e soprattutto quali danni sta causando l’inquinamento marino.

Cosa è la salvaguardia degli oceani?

L’8 giugno è la giornata mondiale degli oceani e viene celebrata in tutto il mondo. È stata l’associazione ambientalista The Ocean Project a promuovere questa iniziativa. Salvaguardare i mari significa attivarsi e impegnarsi nella tutela e soprattutto nella sensibilizzazione di questo argomento. In primo luogo bisogna far capire alle persone che questo problema è reale e ha un enorme effetto sulla vita di ognuno. Molta gente non si rende minimamente conto di come le proprie piccole abitudini quotidiane incidano sulla salute di un oceano che si trova molto lontano da casa loro. Un altro punto fondamentale per salvaguardare i mari è cercare di eliminare il materiale che li sta letteralmente uccidendo: la plastica, il materiale che sta formando anche le masse di rifiuti presenti nei nostri oceani. Questi sono i due punti fondamentali per dare un aiuto concreto alla salvaguardia degli oceani: capire l’esistenza del problema e diminuire l’utilizzo della plastica. inquinamento oceano

Come salvaguardare gli oceani

Abbiamo visto insieme che la principale causa della distruzione dei nostri mari è la cattiva gestione dei rifiuti. Le stime di diversi studi prevedono che se non cambiamo la rotta entro il 2050 ci sarà più plastica che pesci nei nostri mari. Non possiamo assolutamente permettere che questo accada. Significherebbe uccidere il pianeta e automaticamente la nostra salute. Forse starai pensando che per risolvere un problema così grande le azioni quotidiane non possono essere sufficienti. Questo è l’errore che commettono in molti In realtà come le nostre piccole abitudini hanno portato a questa situazione, allo stesso tempo possono permetterci di risolverla Ora voglio consigliarti una serie di azioni che ti permetteranno di fare la tua parte per inquinare il meno possibile e dare un contributo alla salvaguardia degli oceani. Qui trovi una lista che ho creato apposta per te:
  • Riduci l’utilizzo di plastica
  • Acquista materiali che possono essere riutilizzati, per esempio il vetro
  • Impara a riciclare, fare la differenziata è fondamentale
  • Impara a riutilizzare, un oggetto non ha solo una funzione
  • Controlla la composizione dei prodotti che usi: alcuni di questi potrebbero essere realizzati con l’utilizzo di specie marine in via di estinzione
  • Basa la tua dieta marina su cibo che proviene da risorse sostenibili
  • Continua a mantenerti informato su questo argomento
inquinamento plastica oceani

Conclusioni

Abbiamo scoperto insieme cosa vuol dire salvaguardare gli oceani, quali sono le cause che ci hanno portato fino a questo punto e cosa può fare ogni persona per svolgere il proprio ruolo al meglio. È fondamentale comprendere che inquinare i mari significa danneggiare sia l’ambiente che il nostro corpo. È per questo che bisogna impegnarsi giornalmente nelle scelte che si prendono. Una piccola azione eseguita da tutti può permettere di fare passi importanti per risoluzione del problema. Avere gli oceani che godono di buona salute significa poter dare alla fauna marina le migliori condizioni di vita e prevenirne l’estinzione. Di conseguenza a beneficiarne sarà il pianeta intero e anche noi esseri umani. E tu cosa fai giornalmente per salvaguardare gli oceani? Hai qualche abitudine che ci vuoi consigliare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota: i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati
Utilizziamo i cookie per migliorare la tua esperienza utente come specificato nella Cookie Policy
Accetta
Italian
IT